Leggi sul fine vita: non dimentichiamo le vecchie per le nuove, di Marina Sozzi

Si parla in questi giorni di suicidio assistito. E’ una buona cosa. Tuttavia, abbiamo già una bella legge sul fine vita come la 219/2017, che mette l’accento su temi importanti come il consenso alle cure, la relazione medico/paziente, le DAT e le cure palliative: una legge di cui si parla troppo poco. Cosa ne pensate?
E quali sono le vostre esperienze riguardo alla relazione dei malati coi medici? Ritenete che ci sia qualcosa che vale la pena cambiare in medicina?

Mai più un caso Loris Bertocco. I problemi del caregiver familiare, di Giovanni Sanvitale e Davide Sisto

Non ci sono feste natalizie per chi ha un parente disabile, bisognoso di assistenza e cura 24 ore su 24. Oltre alla sofferenza emotiva che questa situazione genera, vi sono carenze di natura pratica ed economica che possono far si che le persone coinvolte si sentano isolate e abbandonate al loro destino. Raccontateci la vostra esperienza o le vostre riflessioni.

Brittany Maynard e la nostra morte

Brittany non ha solo scelto di morire, ha voluto rendere pubblica la sua morte. E da quel momento in poi, non è più di lei che stiamo parlando, ma di noi. La vostra opinione, le vostre considerazioni sulla breve riflessione contenuta in questo articolo saranno preziose.